François Dumas

Véranne, Rodano - Francia

La piccola azienda di François Dumas nasce nel 2010, quando il giovane François torna a Véranne, sua cittadina natale nella parte nord del Rodano a 19 km da Condrieu.

Dopo un periodo di studi e di praticantato presso alcune aziende-icona del vino francese come Trapet in Borgogna, Cuilleron e Chave in Rodano, François torna nella terra natìa con un grande bagaglio di esperienza e consapevolezza riguardanti il lavoro in vigna ed in cantina, nonché con un’idea ben chiara dei vini che vuole produrre.

Dumas comincia quindi a coltivare circa 4 ha di vigneti -di cui alcuni non ancora in produzione-  e pianta alcune viti in selezione massale coadiuvato da una celebre vivaista della zona, Lilian Berillon.

Le vigne, che sono molto parcellizzate e distano anche 12 km dalla cantina, sono poste su suoli prevalentemente a base granitica con un sottile strato di terreno sabbioso in superficie, eccezion fatta per il Viognier (Condrieu) che poggia su suoli alluvionali misti a ciottoli, limo ed argilla.

François tende a lavorare i propri terreni solo una o due volte all’anno, come molto di rado falcia l’erba che li ricopre per non diminuire la salubrità dei suoli. Il Viognier è allevato a guyot, mentre le altre varietà ad alberello. Le rese per ettaro, variabili in base all’annata, si attestano attorno ai 25 hl/ha.

La raccolta è manuale in cassette da 20 kg. Le fermentazioni, svolte con lieviti spontanei, sono piuttosto lunghe e vanno dalle 3 alle 4 settimane durante le quali vengono effettuati rimontaggi e pigiatura manuale (pigéage) a giorni alterni. Dopo la svinatura i vini rossi vengono affinati in barriques usate, mentre per i bianchi François sta sperimentando una botte da 400 lt acquistata nuova nel 2013, affinché possa impregnarsi dei suoi lieviti indigeni e ovviamente dei suoi vini.

Un domaine di piccole dimensioni che produce pochissime bottiglie quello di François Dumas, ma il giovane vignaiolo lavora completamente da solo, ama poco delegare e al momento non ha intenzione di ingrandirsi.

Le etichette prodotte sono delle cuvées di “Vin de Pays” e “Vin de France” a base di Gamay e Syrah (in produzione dal 2011), un Saint–Joseph ed un Condrieu (dal 2013). Al momento è in atto anche una sperimentazione di Pinot Nero proveniente da una piccola parcella di 400 m².

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "OK" permetti il loro utilizzo.

Chiudi